Pensieri, Persone

Emozioni sovrapposte, sorrisi senza fine.

Emozioni sovrapposte, sorrisi senza fine.

Quanto è bello pensare di scrivere qualcosa e non sapere cosa scrivere perché gli argomenti sono troppi?  Quanto è bello sentire emozioni positive sovrapposte, forse troppe tutte assieme e sentire l’incapacità di gestirle semplicemente perché non siamo abituati a gestire tutte questa positività in un colpo solo. L’unico modo per gestirle è sorridere e sperare che l’osmosi faccia la sua parte con chi ci sta vicino…

Ovviamente prima di partire c’era un pò di paura di aver fatto una grossa cazzata… quella paura non c’è più e solo adesso mi rendo conto di aver fatto la miglior cosa che potevo fare. Uscire dalla strada asfaltata per seguire la mia. Dalla strada asfaltata non si vedeva nemmeno il mare… Quanto vorrei che tutti facessero quello che sentono di fare nel profondo del cuore e non quello che viene imposto. Se davvero lo volete, comprate quel biglietto e montate su quell’aereo.

La vita a Tofo procede alla grande, il mio lavoro sta andando molto bene, alcuni giorni tutto è molto semplice, altri giorni tutto è molto complicato. Ma poche volte = MAI, sono stato così felice di un lavoro, nonostante il peso della responsabilità, e poche volte ho avuto così tanti feedback positivi da parte di chi è parte fondamentale del lavoro che sto facendo, ossia clienti, staff e proprietà! Quando lavori duro a testa bassa e arrivano le reviews, i commenti a caldo e i ringraziamenti con lacrimuccia in fase di partenza, beh…son soddisfazioni! Chissà quante volte dovrò dire arrivederci a qualcuno lungo il mio viaggio. Chissà quante volte non sarà facile. Chissà che non sia proprio un modo per capire e assimilare il nostro stato di essere solamente di passaggio su questa terra. Per me lo sta diventando.

 

Nei giorni in cui tutto diventa facile e fila liscio, oltre al lavoro trovo il tempo di fare molte altre cose. La mattina la prima cosa da fare è una corsa di prevenzione; prevenzione per il cane che corre con me, per evitare che il suo essere troppo carico di energia vada a discapito di altri presenti sula spiaggia e di rimbalzo a mio discapito. Quindi corsa sulla spiaggia all’alba, con bagnetto rilassante e risvegliante nell’oceano! Se poi ho altri buchi nel corso della giornata, adoro stare seduto a guardare il rumore dell’oceano e ad ascoltare i suoi colori (si può fare!). In una spiaggia sicuramente mai affollata e tranquilla, la pace fa da padrona, intervallate solo dai cani che litigano e giocano sulla spiaggia.

Prendo la tavola da surf e mi lancio una o due volte al giorno tra le onde. Non c’è sensazione più bella di alzarsi in piedi sulla tavola e di essere spinti solo dalla forza all’oceano. O anche solo stare seduto sul surf in attesa delle onde durante il tramonto, guardarsi attorno e rendersi conto che siamo un puntino insignificante in questo mondo; come ci muoviamo tra le onde per cercare quella che ci sembra migliore, alla stessa maniera possiamo prendere la nostra vita per le redini e guidarla sulla strada che vogliamo e dove più ci piace stare. Ovviamente bisogna come sempre impostare le proprie priorità e scegliere a cosa dobbiamo rinunciare.E’ quello che in economia, probabilmente alla prima lezione dell’università, spiegano come costo/opportunità. Ogni opportunità ha come controvalore un costo da affrontare. Bisogna solo valutarle e prendere le decisioni di conseguenza.

Le persone e non i luoghi fanno il viaggio. E sono proprio le persone fino ad ora che mi hanno lasciato di più e che mi stanno lasciando tanto. Incredibile affezionarsi ai clienti, ma così è stato per alcuni. Mi resterà sempre in testa l’aver conosciuto persone qualsiasi, persone silenziose, educate e umane. Ma persone qualsiasi speciali non si trovano tutti i giorni. Persone con cui parlare di africa senza essere condizionati da quello che le persone dicono e da come la TV la fa apparire…parlare per quello che abbiamo visto e quello che vediamo, fondere l’esperienza alla conoscenza e confrontarsi. Evitare il pregiudizio! Ho conosciuto anche una “star” di Hollywood, fa il cantante e l’attore, una persona squisita e le sue canzoni sono magnifiche! Se vi dicessi chi è sua madre…..

Ho già alcuni amici che credo mi resteranno per sempre nel cuore, di quelli che al primo sguardo senti che c’è feeling. Questo è quello che cerco in giro per il mondo: quell’umanità che s’è un pò persa da noi!

Um abraço!

Be Social!

3 thoughts on “Emozioni sovrapposte, sorrisi senza fine.

  1. Ciao Luca! Stamattina ho letto la tua intervista sull’Adige (quotidiano Trentino) che mi ha scaldato il cuore e sono corsa sul tuo blog per leggere le tue avventure. Grazie! Grazie per regalare le tue sensazioni al mondo. A 20 anni sono andata all’estero per 2 anni e la ricordo come una delle più belle esperienze della mia vita… da rivivere un giorno e soprattutto per quello che aleggia dalle tue parole: riscoprire l’umanità e la sua connessione con il mondo, l’universo. Ieri una mia amica ha provato a spiegare al mio bambino di 5 anni e mezzo il significato della vita/morte nella concezione buddista ed ha usato queste parole: immagina l’universo e paragonalo all’oceano… ecco la vita è come le onde che ad un certo punto si alzano e poi riscendono (questa è quella che noi chiamiamo morte). Questo vuol dire che la vita è sempre presente e noi la vediamo nel momento in cui si manifesta … ecco penso a quanto sei fortunato a poter essere davanti all’oceano, sotto il cielo infinito del Mozambico, … davanti al manifestarsi della vita. Buona avventura. Marlene

    1. Ciao Marlene!!Grazie dei complimenti e grazie di tutte le belle parole che hai scritto. Credo che sia proprio questo lo spirito che deve accompagnare un viaggiatore! Aprire gli occhi e la mente, il resto vien da sé!
      In realtà si, sono molto fortunato ad essere qui, ma…la mia prima di tutto è stata una decisione, poi possono esserci decisioni che si rivelano fortunate e decisioni meno fortunate! Ma le scelte che facciamo vengono prima della fortuna.
      Ognuno di noi può andare o fare quello che più gli piace!
      Grazie ancora delle belle parole! ciao!

      1. qualcuno cantò “la vita è tutto un equilibrio sopra la follia”, alla fine forse è solo “tutto un equilibrio”. Anche nel caso delle scelte, spesso c’è una ponderazione con gli eventi esterni che non possono essere governati da noi. Per questo dico che sei “fortunato”, mancava però una parola (da mettere prima della fortuna): “coraggioso”, o “saggio”, “avventuroso”, “curioso” o “………………”. In ogni caso, anche se sei padrone della tua vita e responsabile per quello che fai, ti auguro una “buona sorte” ps: augurerei ai miei figli di poter prendere queste decisioni tra una ventina di anni!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *